Saturday, January 20, 2007

LOCATION TAXI DRIVERS da aggiornare




TAXIDRIVERS lo trovi

VIDEOTECA VIDEO VIDEO ( Cne Ostiense )

VIDEOTECA VIDEOBUCO ( San Lorenzo )

DISFUNZIONI MUSICALI ( San Lorenzo )

VIDEOTECA EFFETTO NOTTE ( Testaccio )

LIBRERIA DEL CINEMA ( Trastevere )

GOOD FELLAS ( Cne Casilina )

DETOUR OFF-CINEMA ( Monti )

JAZZ CLUB ( Borgo Medievale di Nettuno )

ASTORIA CINEMA ( Anzio Centro )

TIBUR CINEMA ( San Lorenzo )

Continua....

Wednesday, January 17, 2007

TAXI DRIVERS NUMERO TRE (anno due numero uno)



EDITORIALE

^ Ma che è Roma questa? Tutti matti, tutti corrono, tutti c’hanno fretta; la gente è diventata cattiva.. è perché so scomparsi i romani.. dici de no? E guardati attorno.. tutti capelloni puzzolenti, studenti che non vogliono studià, travestiti, drogati, di tutte le razze.. e la colpa è pure nostra.. l’avemo tradita tutti Roma, tutti.. eppure so convinto che se ce mettemo a cercalla .. ma con amore.. la potemo fa rinasce, e allora te vi è incontro, senti la carezza del ponentino sulle guance, senti l’alberi che te bisbigliano: “Sto ancora qua so io Roma, te vojo bene”. Me sa che tu non je voi bene a Roma invece. No perché adesso tu non pensi che sto film va pure all’estero e se tu ce metti i soliti invertiti, le donnacce de strada, le solite zozzerie che figura fai fa a sta Rometta nostra.

Tratto da ROMA
( di Federico Fellini 1972 )

Wednesday, December 27, 2006

UN SALUTO DAGLI AMICI DELLA BANDA
















ALMENO PER IL 2007 VEDETE DI SPAKKARE..
UN SALUTO DAGLI AMICI DELLA BANDA...
TAXI DRIVERS RAPPRESENTA.

Thursday, December 07, 2006

TAXI DRIVERS CREW

TAXI DRIVERS cerca nuovi collaboratori nella sezione Promotion.
Kiama il 3384234159 o scrivi a neshuniro@yahoo.it per tutte le informazioni necessarie.

Monday, November 27, 2006

CIAO DELIAN




DELIAN HRISTEV TAXIDRIVERS GRAFIC DESIGNER

Grazie Delian, senza di te questa rivista oggi probabilmente non esisterebbe. Cerca di stare bene lassù tra gli angeli.

RESTA IN PACE

CIAO DELIAN

Thursday, November 23, 2006



Regia: Momoru Oshii
Musiche: Kenji Kawai
Produttore: Kodansha
Tratto da: omonimo manga di Masamune Shirow
Anno: 2006

Dopo undici anni ecco finalmente giungere in tutte le sale italiane il seguito del Ghost in the Shell uscito nel lontano 1995 e che ha avuto un enorme successo non solo presso gli appassionati del film d’animazione di fantascienza. Ancora una volta si tratta dell’adattamento cinematografico del manga di Masamune Shirow e ancora una volta è magistralmente diretto da Mamoru Oshii ( regista di Avalon, film ispiratore di Matrix).Se il primo film è maggiormente incentrato sul Maggiore Kusanagi ( protagonista anche della serie animata) il seguito è incentrato sul suo compagno, Bateau. Nel 2032 le macchine cioè i cyborg sono i migliori amici dell’uomo, spesso utilizzati anche per soddisfare i propri illegali desideri sessuali (in questo caso si chiamano gynoidi). Ma questi gynoidi improvvisamente uccidono i loro padroni e si autodistruggono, azione anomala per un cyborg. Bateau e la Sezione 9 indagheranno sul caso fino a una conclusione che non è il caso di rivelare. Non mancano le citazioni al primo film, le spettacolari ambientazioni barocche e i dialoghi pieni di sentenze, dal tono filosofico e pessimistico. Le musiche curate da Kenji Kawai (uno dei musicisti più apprezzati nel mondo degli anime) rendono a volte troppo lente le scene rese già pesanti da un uso a mio parere smodato del 3D che non si sposa perfettamente con la bidimensionalità dei personaggi. Un film non solo per appassionati e neanche solo per chi ha voglia di una bella storia cyberpunk: ed è un vero peccato che sia rimasto nelle nostre sale per nemmeno due settimane.

Dario Di Lella

Saturday, November 18, 2006

OGNI VENERDI PRENDI LA TUA BICI



Critical Mass : LA MASSA CRITICA


Critical Mass traduzione: Massa Critica, ovvero una massa di migliaia di “bikers” che mettono in discussione l’invadenza automobilistica nelle città.
Quello dei Critical Mass è un movimento pacifista internazionale che parte quasi vent’anni fa a San Francisco arrivando a coinvolgere paesi come l’India, la Russia, l’Inghilterra, la Francia, l’Ucraina, tutto il nord Europa e chiaramente anche l’Italia.
I C M, come spesso si autodefiniscono, si propongono sempre nella stessa veste ( in bici ) e con lo stesso motto: + bici – stress + vivibilità e allo stesso tempo sposano cause importanti, quasi sempre internazionali. Un esempio: la grande manifestazione svoltasi a Roma intitolata “L’interplanetaria” in concomitanza con i Critical Mass di Berlino, Barcellona, Toronto, San Francisco, Los Angeles, L’Avana e Buenos Aires. I C M in migliaia hanno gridato a tutto il mondo la solidarietà per i prigionieri politici di Ateneo e l’ indignazione per il fare repressivo della polizia messicana. O ancora il 2 maggio, quando i C M hanno manifestato pacificamente a Bologna “Riprendiamoci l’Aria” e hanno pedalato per dire NO alle centrali turbogas e SI’ alle fonti energetiche rinnovabili e alla gestione razionale dei rifiuti. O il memorabile “Funerale dell’automobile” il 5 novembre del 2005 ad Andria.
E’ incoraggiante che anche qui a Fiat-landia la bici diventi per migliaia di persone uno strumento per manifestare ed essere “presenti” nelle città perché, anche se facciamo finta che non sia così, in un modo o nell’altro le questioni di carattere sociale riguardano tutti noi. Ed è incoraggiante anche che la percentuale di persone che ha scelto di usare la bici per uscire, andare al lavoro e all’università sia notevolmente aumentata negli ultimi anni. E’ chiaro però che anche se la bici è un mezzo economico ed ecologico efficiente è ancora un fenomeno ai margini della società. In molti comuni si assiste ancora a veri scempi urbanistici, dove piuttosto che rendere il proprio paese a misura d’uomo, creando ad esempio piste ciclabili, si preferisce raddoppiare i parcheggi a pagamento. E questo lascia noi tutti un po’ perplessi…

Per coloro interessati ad avere informazioni su questo movimento vi ricordo che a marzo 2003 è uscito il libro Critical Mass edizione Feltrinelli. Il loro sito è http://www.critical-mass.it/
Il prossimo appuntamento è a Roma Piazzale Ostiense ultimo venerdi del mese ovviamente in bicicletta.



Fabiana Mingardi

il ciclista urbano e' per sua natura un inventore...di un nuovo equilibrio che rimettera' in marcia la citta’
http://www.critical-mass.it/